NAVIGATION

giovedì 19 luglio 2018
Territorio

Sentieri e itinerari tra le bellezze della Valle Imagna

Your Lead Paragrpah goes here

La Valle Imagna offre numerosi sentieri e itinerari per coloro che desiderano andare per sentieri e fare passeggiate ed escursioni tra le bellezze naturalistiche di questo territorio.

Sentieri e itinerari della Valle Imagna

In quest’articolo troverai una panoramica di alcuni dei numerosi itinerari della Valle Imagna.

Sentiero del Castagno

Il Sentiero del Castagno è un sentiero escursionistico sul territorio di Corna Imagna e prolungamento del Sentiero dei Giganti. Si tratta di un percorso ad anello che permette di visitare luoghi storici del paese. Da qui si discende verso la contrada di Ca’ Gavaggio. Il percorso si conclude nella piazza principale del paese.

Laghetto del Pertus

Dal Laghetto del Pertus è possibile ammirare il panorama e partire per numerose escursioni. In prossimità del laghetto è presente anche il Passo del Pertus, valico prealpino che da secoli mette in comunicazione la Valle Imagna con la Valle San Martino.

Al laghetto del Pertus ci si può rilassare e godere della natura, facendo picnic, riposando in tenda oppure trovando ristoro al rifugio. Inoltre, dal laghetto partono diversi sentieri per il trekking, verso mete come il Monte Tesoro o il Resegone.

Per raggiungerlo (dal versante valdimagnino) basta seguire le indicazioni verso il Valico di Valcava, e a 1,5 km da Valcava si devia in direzione del Pertus.

Percorso Vitae

Questo è un percorso ciclo-pedonale che si snoda da Sant’Omobono Terme lungo il torrente Imagna. Il percorso è un lungo sentiero immerso nei boschi che comprende spazi verdi per praticare sport, aree attrezzate per il pic-nic, campi da tennis e beach volley. Lungo il percorso è inoltre possibile vedere le coltivazioni di Alberi di Mele della Valle Imagna e un allevamento di struzzi.  Poco faticoso, è ideale per passeggiate all’aria aperta, gite o momenti di relax.

Sentiero dei Tre Faggi

Il sentiero porta ai Tre Faggi, località da cui si può ammirare il panorama circostante. Il percorso parte dalla strada a Fuipiano e prosegue verso una strada forestale che entra in un bosco di faggi. Proseguendo tra prati e boschi, si giunge alla località Tre Faggi. Da qui è possibile ammirare i pascoli estivi del bestiame di montagna e un maestoso panorama.

sentieri e itinerari

Monte Linzone

Il monte Linzone è un altro dei sentieri e itinerari di grande bellezza della Valle Imagna.

Alta 1.392 metri, è una montagna circondata da boschi. Sulla sua sommità, ricoperta da un ampio prato erboso, si trova una croce. Dalla vetta si possono ammirare a sud la pianura Padana e gli Appennini, le Alpi Marittime e anche il Monte Rosa. A nord si scorgono le valli Imagna e Brembana (dal Pizzo dei Tre Signori al Pizzo del Diavolo) e alcune cime della Valtellina come il monte Disgrazia e il Bernina. Sul Linzone si trova anche il Santuario Santa Famiglia di Nazareth, luogo di preghiera e ritrovo per tutti i fedeli.

Per arrivare in vetta si può lasciare la macchina al valico di Valcava, imboccare il sentiero 571 che costeggia i ripetitori e proseguire così in cresta per circa 2 km. Un’altra via è la salita da Roncola San Bernardo su un sentiero ben segnalato, lasciando l’auto al cimitero del paese.

Sentiero Madonna dei Canti

“I Canti” è un monte situato a nord-est di Fuipiano ed è il punto più alto della costa nord-est della Valle Imagna. Si raggiunge passando dalla località Tre Faggi e dal Santuario della Costa del Palio. L’altitudine dei Canti è di 1563 metri. Attraverso una strada carrabile, il sentiero riporta a Fuipiano.

Monte Resegone

Il monte Resegone è la montagna più alta della Valle Imagna (situato a 1875 metri). Il monte è raggiungibile partendo da Brumano, proseguendo sul sentiero attraversando prima un bosco e poi diversi prati. Si può salire anche da Fuipiano Imagna.

Diversi itinerari montani si snodano sulle sue pendici. Le cime più importanti sono la Punta Cermenati, la Punta Stoppani, la Punta Manzoni, il Dente, la Cima Pozzi, il Pizzo Daina e la Torre di Valnegra. In vetta, è possibile rifocillarsi e pernottare nel Rifugio Azzoni. Dal rifugio si può godere di una magnifica vista sulla Valle Imagna, su Lecco e il suo lago.

Su questo monte troviamo il Rifugio Resegone, costruito dal CAI Valle Imagna, luogo di sosta e ristoro per chi desidera salire alle creste o fare escursioni.

escursioni del cai valle imagna 2018

Sentiero dei Giganti

Il Sentiero dei Giganti è un percorso ad anello che passa tra i paesi della Alta Valle Imagna e permette di scoprire vecchi collegamenti e angoli sorprendenti. Il percorso, lungo 30 km, comprende strade in asfalto, strade sferrate, mulattiere e sentierini. Su questo tracciato si incontrano stalle in pietra dai tetti in piode, terrazzamenti con muri a secco, antichi borghi rurali e spettacolari grotte.

Il sentiero parte dal “Percorso Vitae” di Sant’Omobono Terme, fino a giungere a Cà Prospero, da dove si imbocca il percorso che conduce a Rota Imagna. Si prosegue per la contrada Cà Piatone, che ha dato i natali all’illustre Architetto Giacomo Quarenghi. Si giunge a Brumano passando per il Ponte del Chignolo, per poi dirigersi verso Fuipiano Imagna e il Borgo di Arnosto, antica sede della Dogana Veneta. Il percorso continua verso Corna Imagna e ci si avvia sulla mulattiera che riporta a Cà Prospero.

Puoi trovare il percorso dettagliato nell’articolo dedicato al Sentiero dei Giganti.

Monumento naturale Valle del Brunone

Il Monumento naturale Valle del Brunone è un gioiello di inestimabile valore storico e naturalistico, ricco di piante di diverse specie e numerosi animali.

La Valle è infatti un importante sito paleontologico, in cui sono stati rinvenuti fossili risalenti al Triassico superiore. In passato la valle è stata anche molto importante per le sue sorgenti di acque sulfuree, oggi inattive, considerate efficaci per malattie alla pelle, coliche, reumatismi e gotta.

L’accesso alla Valle del Brunone è libero; si può accedere quindi tramite 7 ingressi e seguire i percorsi segnalati. Particolarmente comodo è l’accesso numero 1, accanto al campo sportivo di Ponte Giurino (frazione di Berbenno) e che dispone di un ampio parcheggio.

Sentiero Naturalistico del Chitò

Il Sentiero Naturalistico del Chitò è un sentiero percorribile sia a piedi sia in bici, che si snoda da Clanezzo a Capizzone. Immerso nei boschi, fiancheggia il torrente Imagna. Durante il percorso si trovano diverse sorgenti incrostanti, rare nella bergamasca.

Il sentiero giunge a Strozza, dove si attraversa il Ponte del Chitò, imponente e maestoso. Superato il ponte, il sentiero naturalistico continua finché non si giunge nelle zone abitate. Il tratto agibile termina a Medega, a Capizzone.

Puoi scoprire l’intero itinerario nell’articolo dedicato a questo sentiero naturalistico e ciclabile.

Top