NAVIGATION

mercoledì 15 agosto 2018
Cultura

Il Santuario Santa Famiglia di Nazareth sul Monte Linzone

Your Lead Paragrpah goes here

Sul Monte Linzone, montagna delle Prealpi Bergamasche, troviamo il Santuario Santa Famiglia di Nazareth, una piccola chiesetta ricavata in una stalla, luogo di preghiera e incontro per tutti i fedeli.

La storia del Santuario Santa Famiglia di Nazareth

Il Santuario Santa Famiglia di Nazareth in origine era una comune stalla di montagna per gli animali in alpeggio. Abbandonata attorno agli anni Cinquanta del ‘900, finì presto in degrado.

Solo verso il 1990 un gruppo di volontari decise di recuperare il rudere, mantenendo il suo impianto rustico, ma dandogli una diversa destinazione d’uso. Fu così, dunque, che si scelse l’idea di un Santuario dedicato alla Santa Famiglia di Nazareth. La scelta è stata fatta in ricordo della notte del primo Natale, nella quale la Santa Famiglia trovò rifugio appunto in una stalla all’aperto, con il neonato Gesù in una mangiatoia, confortato dal bue e l’asinello, animali che popolano anche le nostre zone.

L’intervento di recupero ad opera di volontari (Alpini, Scout, Cai) si rivelò impegnativo, a causa della precarietà dell’edificio, privo di fondamenta, e della mancanza di strada carrabile, corrente elettrica e acqua potabile. I lavori si conclusero il 20 agosto 1994. L’allora Vescovo di Bergamo, Monsignor Roberto Amadei si occupò della benedizione e dell’inaugurazione del Santuario.

L’11 ottobre 1998 venne inaugurato il campanile, realizzato dagli alpini della locale sezione di Palazzago. Ogni 30 dicembre si celebra la messa di fine anno, per pregare per l’anno passato e quello a venire.

Il Santuario: un luogo tranquillo per la preghiera

Il Santuario è situato sul Monte Linzone, a quota m.1230. La sua posizione consente una vista panoramica sulla pianura padana, da Milano a Brescia. Si raggiunge solo a piedi, lungo percorsi di facile accesso.

L’edificio è un costrutto spoglio, rettangolare, in pietra locale a vista, sormontato in fronte da un lineare campaniletto in sassi, con due argentine campane di fine Settecento. A qualche metro di distanza si trova una piccola baita, con tutte le adeguate strutture (una ventina di posti letto, cucina, locali di ristoro).

Ogni anno il Santuario attrae un gran numero di pellegrini e devoti sia nei giorni delle celebrazioni sia quotidianamente. I fedeli lo apprezzano in quanto un luogo tranquillo per potersi ritrovare tutti insieme, con i propri cari, pregando come una grande famiglia cristiana.

Lo si può raggiungere a piedi, dal valico di Valcava o da Roncola San Bernardo (in provincia di Bergamo), attraverso sentieri di montagna.

Per rimanere sempre aggiornati sulle celebrazioni e gli eventi, è possibile visitare il sito dedicato al Santuario.

Top